Nel primo semestre 2022, il mercato residenziale ha retto l’urto dell’incertezza del quadro economico venutosi a delineare per effetto della pandemia, ma certamente acuitosi vertiginosamente con il conflitto bellico tra Russia e Ucraina. Questo si è tradotto in una conferma della crescita delle compravendite del +10%, rispetto allo stesso periodo del 2021, per un totale di 400.487 transazioni, dimostrando che la ricerca della casa rimane ancora tra le prerogative degli italiani.